Pillole domenicali

Facciamo pulizia!

Gesù, entrato nel tempio di Gerusalemme, scaccia buoi, agnelli, commercianti e ribalta tutto per aria. Il tempio è la casa di Dio, esige dignità. 

Perché la cacciata dei mercanti dal Tempio in modo così violento, pur essendo Gesù mite e umile di cuore? 

Il gesto rivela che più del Tempio esige rispetto la sua Persona, il suo corpo glorioso di Uomo Risorto. "Distruggete questo tempio e in tre giorni lo riedificherò”... Egli parlava così del tempio del suo corpo. Sì, Dio è presente in maniera nuova nel Cristo vivente. Di fronte a Lui tutto il resto salta per aria, anche cose rituali ben radicate nel tempo o dalle tradizioni. 

Nulla vale di più al suo confronto. Gesù disse alla samaritana: “è giunto il momento in cui né su questo monte, né in Gerusalemme si adorerà Dio, perché i veri adoratori adoreranno il Padre in Spirito e Verità". 

Tutto quindi si sposta su Gesù, che è il vero Tempio, nel quale può avvenire l'incontro fra Dio e l'uomo. Dice l'Apocalisse che quando tutto sarà distrutto alla fine dei tempi, l'unico Tempio che sussisterà sarà quello di Dio e dell'Agnello. Dice Paolo: "noi siamo il tempio del Dio vivente". 

Facciamo pulizia!

Pulizia che sarà revisione della nostra vita, dei sentimenti e delle intenzioni a cui la Chiesa ci sollecita in questo tempo di Quaresima.

 

Pagina 9 di 31